La vetrina… Secondo noi

La vetrina di una farmacia, come quella di un qualsiasi negozio, rappresenta il primo livello di comunicazione per attirare l’attenzione dei clienti/pazienti  ed è fondamentale per comunicare le proposte della farmacia e le sue scelte di specializzazione.
È il nostro biglietto da visita ed il mood con il quale viene proposta rispecchia quello che il cliente troverà  all’interno della farmacia.

La vetrina può:

  • Evidenziare un  brand
  • Promuovere linee di prodotto
  • Promuovere un evento legato anche al calendario trade
  • Evidenziare la stagionalità o una festività

Ma soprattutto dovrà evidenziare la specializzazione ed il posizionamento commerciale della farmacia

Prima di pensare all’allestimento della vetrina dobbiamo:

  1. Verificare quale vetrina ha maggiore visibilità e frequentazione pedonale
  2. Capire l’esposizione solare
  3. Definire il Target che vogliamo colpire
  4. Proporre il Cross-selling cioè proporre uno, massimo tre prodotti complementari; così da offrire al cliente un percorso  di salute e benessere
  5. Illuminare la vetrina ponendo l’accento sui prodotti. A questo proposito attenzione all’esposizione, il sole batte sulla vetrina

Il primo passo da fare per allestire la vetrina di una farmacia è renderla esteticamente stimolante, in grado cioè di trasmettere lo spirito della farmacia attraverso l’utilizzo di sistemi espositivi chiari ma con una caratterizzazione personale. Essi devono trasmettere fiducia, sicurezza per la salute, ma anche piacevolezza, curiosità, interesse.

Se si offrono servizi (test, esami, consulenze, cabina estetica ecc), una vetrina o uno spazio ben definito  può essere dedicato ad un tabellone con la relativa proposta. In alternativa si può scegliere  un rivestimento (anche parziale) con una pellicola facilmente removibile che propone l’elenco dei servizi con i relativi prezzi.

In vetrina espongo il prodotto  si o no?

Per far questo è importante saper esporre i prodotti, cogliendo in essi – ed esaltandone – alcune caratteristiche fondamentali:
Naturalità, Autenticità,  Sicurezza. Ma anche Raffinatezza,  Eleganza, Esclusività

Non bisogna mai trascurarla ma rinnovarla in maniera periodica, pulirla (aspetto assolutamente da non trascurare)  ed esporre i  prezzi. È fondamentale creare un calendario annuale della vetrine che lavori su base  mensile  e  che tenga in considerazione  anche  le attività di  trade marketing.

Volete un esempio?

Vi facciamo vedere come lavoriamo noi per il nostro servizio vetrine. Vi presentiamo due vetrine della farmacia Carli di Conegliano Veneto, composte da noi.


Vetrina 1

Business Unit:
Cura e Bellezza

Vetrina Carli 1

Tema: rituali di bellezza per la detersione e per il  make up, con un focus sull’illuminazione viso.

Strumenti: due espositori verticali bianchi (della farmacia) a supporto delle confezioni più piccole; un porta asciugamani che richiama l’ambiente bagno, il regno dedicato ai rituali di bellezza; uno sgabello ed i pennelli trucco per evidenziare l’appuntamento con una beauty specialist in calendario a fine mese.

Colori dominanti: viola e le nuances del rosa con un tocco di azzurro. Sgabello e Cross selling: smalti colorati per unghie e rossetti liquidi  – in un make up perfetto il colore della labbra deve abbinarsi con il colore delle unghie; un profumatore d’ambiente che  crea una suggestione olfattiva nei rituali di bellezza.

Difficoltà: vetrina senza fondale che si apre direttamente sul reparto dermocosmetico della farmacia.


Vetrina 2

Business Unit: Stagionale

Vetrina Carli 2

Tema: rimedi stagionali naturali per risolvere i problemi delle vie respiratorie.

Strumenti: una foglia formato gigante; un elemento di arredo in cartone riciclato; un mortaio in legno – richiamo diretto al mondo del naturale  e alle preparazioni in laboratorio.

Colori dominanti: verde, viola, giallo.

Cross selling: apparecchio per l’aerosol.

Difficoltà: vetrina senza fondale che si apre direttamente sulla farmacia.